Giuliano Censini

 

Nato a Sinalunga (SI) nel 1951, vive e opera a Torrita di Siena. Diplomato all'Istituto d'Arte "Piero della Francesca" di Arezzo, frequenta i corsi della Facoltà di Architettura dell'Università degli studi di Firenze. Negli anni 1975/1977 frequenta, sotto la guida del M° Remo Brindisi, i corsi di disegno presso l'Accademia  di Belle Arti di Macerata.Per 27 anni è stato Docente di "Design e Progettazione dell'oreficeria" presso gli Istituti d'Arte Macerata, Pistoia, e per oltre trent'anni all'Istituto "Piero Della Francesca" di Arezzo. Ha esposto in numerose mostre collettive e rassegne sia in Italia che all'estero. Ha allestito varie mostre personali, fra le più significative quelle ad Arezzo, Spoleto, Montepulciano, Caserta, Pienza, Firenze, Cortona, Roma, Piacenza, Gubbio e Bibbiano (RE). Attivo nel panorama artistico/culturale italiano dai primi anni '70, dopo una fase dove ha alternato lunghi periodi di ricerca espressiva con momenti più figurativi, conduce da oltre venti anni una sperimentazione che trova riferimenti nelle grandi stagioni delle avanguardie storiche; racconta in modo personale sulla contemporaneità, sui sentimenti e sul rapporto tra uomo e natura  in un dialogo teso ad evidenziare il ritmo del tempo dove l'uomo con la sua storia e la sua quotidianità, con passione idealizza in una trama pittorica luminosa, un'ipotesi del suo domani.

 

Born in Sinalunga (Siena) in 1951, lives and works in Torrita di Siena. Graduated at the Piero della Francesca Institute of Art in Arezzo, he attended the courses at the Faculty of Architecture of the University of Florence. In the years 1975/1977, under the guidance of M ° Remo Brindisi, he attended design courses at the Academy of Fine Arts in Macerata. For 27 years he was a professor of "Design and Design of Ornaments" at the Istituto d ' Arte Macerta, Pistoia, and for over thirty years at the "Piero Della Francesca" Institute in Arezzo. He has exhibited in numerous collective exhibitions and exhibitions both in Italy and abroad. He has set up various personal exhibitions, including those in Arezzo, Spoleto, Montepulciano, Caserta, Pienza, Florence, Cortona, Rome, Piacenza, Gubbio and Bibbiano (RE). Active in the Italian artistic / cultural scene from the early 1970s, after a phase where he alternated long periods of expressive research with more figurative moments, has been conducting for over twenty years an experiment that finds references in the great seasons of the historic avant-garde; He narrates in a personal way about contemporaneity, feelings, and the relationship between man and nature in a dialogue aimed at highlighting the rhythm of time where man with his story and everyday life passionately idealizes a bright pictorial plot, Hypothesis of his tomorrow.